Abbiamo già detto che il pellet conviene. Da tutti i punti di vista. Vi consente di risparmiare soldi, contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente, abbassa il consumo di energia.

Se decidete di comprare una stufa a pellet in vista dell’inverno con l’obiettivo di risparmiare sul riscaldamento, vi presentiamo sette piccole (preziose) accortezze da non trascurare: ecco le prime tre, vi rimandiamo alla settimana prossima per le restanti quattro.

  • Al momento dell’acquisto della stufa a pellet assicuratevi che il negozio possa fornire la necessaria assistenza tecnica che vi possa aiutare nel trasporto, nell’installazione e nella manutenzione.
  • Ricordatevi la metratura della stanza da riscaldare e fate attenzione a dove posizionare la stufa a pellet: si raccomanda di posizionarla a circa metà della lunghezza della parete rivolta verso il centro della stanza in modo tale da avere un riscaldamento uniforme, evitando così sbalzi di temperatura. In questo modo risparmiate energia, tempo e quantità di pellet.
  • Non spegnete la stufa quando siete fuori casa, impostatela ad una temperatura di 16-17° C così da avere un’abitazione sempre riscaldata. Lo sapete che si consuma una quantità maggiore di pellet se si spegne la stufa per un’intera giornata e alziamo la temperatura la sera? Il pellet che avrete così risparmiato nell’arco della giornata viene consumato in meno di un’ora al momento dell’accensione. La logica è uguale a quella della caldaia di casa, per intenderci.
  • Pistoia Pellet - Stufa a pellet: 7 regole e consigli su come risparmiare - Prima parte
Stufa a pellet: 7 regole e consigli su come risparmiare – Prima parte
Tag: