Cos’è il pellet?

Il legno in pellet è, secondo la definizione della norma UNI EN 14588, un “biocombustibile” addensato ricavato dalla segatura essiccata e da triturati del legname.

In sostanza questo prodotto si ottiene attraverso delle semplici lavorazioni meccaniche con cui si esercitano altissime pressioni sulla segatura del legno.

Il pellet nacque per recuperare gli scarti derivanti dalla lavorazione del legno, scarti che prima venivano destinati alle discariche, mentre oggi grazie all’invenzione del pellet e una sempre maggiore coscienza ambientale, questi materiali residui hanno una seconda vita e un utilizzo pari al 100%.

Si tratta quindi di un prodotto totalmente naturale e molto rispettoso dell’ambiente, infatti si riduce l’opera di disboscamento per riscaldare gli ambienti domestici ed industriali. Per le sue caratteristiche, il pellet può essere considerato a tutti gli effetti un combustibile quasi ad impatto-zero sull’ambiente.

Il pellet è sicuramente una valida alternativa ai combustibili usati normalmente per il riscaldamento. tra le sue caratteristiche principali vi è l’alta reperibilità, adesso è possibile trovarlo anche nella GDO del “fai da te”, per il ridotto ingombro e peso è facile da trasportare oltre a essere economico e sicuro. Altra peculiarità è il fatto che non sporca e non fa polvere quando viene manipolato

Ultima qualità, ma non per questo meno importante, è la capacità di resa termica che è superiore all’80% oltre al suo bassissimo residuo finale in ceneri sotto lo 0,60%.

pistoia pellet

 

Come si usa il pellet?

Il pellet è un prodotto combustibile di facilissimo utilizzo in particolare se confrontato con combustibili tradizionali da riscaldamento come il gasolio o il metano o addirittura la legna da ardere.

A una maggior resa calorica corrisponde anche una maggior leggerezza e minor spazio di ingombro

Il nome deriva dalla forma simile a piccole pallottole ed è usato principalmente per riscaldare gli ambienti delle case singole o per condomini con il termo-centralizzato. Trova utilizzo, senza alcun problema, anche in altri contesti come quello industriale e alberghiero soprattutto nel nord europa per evidenti situazioni climatiche.

Sono sempre più le aziende scaldano i propri uffici con stufe a pellet, molto più economico del riscaldamento a gas gpl o metano; ricordiamo anche che può essere usato anche per riscaldare l’acqua corrente mediante le apposite caldaie a pellet.

Per il momento è una soluzione che non trova utilizzo in alcuni settori, come la metallurgia o i grandi forni industriali, per il semplice fatto che appare diseconomico la riconversione delle linee produttive, altresì sono comunque allo studio la creazione di nuove acciaierie con forni a pellet che oltre ad essere più economiche per il combustibile risultano anche maggiormente in linea con i protocolli di Kyoto per le emissioni.

Il pellet si sta sempre più diffondendo e ci piace pensare a questo prodotto come a una vera e propria nuova forma di cultura con un occhio all’ecologia e l’altro alla economia. Potremmo sintetizzare che più di ogni altro combustibile noto è oggi un buon rappresentante della sharing economy partendo proprio dalla condivisione e dal riutilizzo di materiali di scarto.

Pistoia Pellet